Poesie, Vita

I Messaggeri

the_dark_tower_by_machiavellicro-d70h8pi

 

In cima a un’alta Torre

Stava rinchiusa una rabbiosa Imperatrice guerriera

La porta serrata dall’interno

Nessuna chiave nella buia stanza.

Di giorno essa parlava col Sole

La notte con la Luna e la Stella

 

Non poteva fuggire

Da un lato una rupe sul mare e gli squali

Dall’altro spade affilatissime scintillavano color Morte

 

Il Diavolo viola sussurrava al suo orecchio storie terribili

Mostri alati bramavano il suo sangue

Planando verso la piccola finestra, unica fonte di aria

 

Ma ecco che nei giorni di più nero sconforto

dinanzi a lei

Comparirono i Messaggeri

Ognuno di loro con una difforme verità

Ché la verità – attenzione – non esiste!

 

Prima arrivò la Papessa

Abbondante e cobaltica

A parlare di un amore ideale

Di cose lontane

Di future consapevolezze

Di dolci incertezze

Forza e cuore

 

Poi arrivò il Matto

Saltellante e vibrante

“Goditela” diceva

Nella gioia e nel dolore

Questa prigionia, questa paura

Perché ti farà essere

 

E poi arrivò il Bagatto

Che conosceva il gioco dei dadi

E gli strumenti del Mago

Che possono usare le mani

Le suggerì una strategia

Le disse: c’è una chiave nel tuo cassetto

 

E l’Imperatrice guerriera è ancora nella torre

Questa poesia non è finita e non finirà

Finché lei non aprirà quel cassetto

E userà la chiave

Per liberare la sua rabbia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...