Vita

Stai a vedere che…

nero

… Questa volta il blog non lo abbandono più?

 

Mi piace di nuovo scrivere. Sto amando questo mondo del blog, perché è un contenitore fatto anche da persone che come me scrivono per esorcizzare, per curarsi, per comunicare, per vivere meglio.

Ho scoperto un nuovo piacere nello scrivere e nel leggere.

Per esempio scrivere semplicemente che questo 2017 per me significa morte e rinascita.

Significa che è arrivato il momento di curare una ferita che ho da millenni e che periodicamente si riapre ma che ho sempre fatto finta di non avere, per non curarla. Adesso basta ferite, voglio una cicatrice di guerra!

Io so che molti di voi che mi leggono in questo momento sanno esattamente cosa intendo.

Non è male!

Leggete questo:

Sto sperimentando il vuoto.

Le mie giornate da un mese a questa parte sono fatte di:

Pianto – vuoto – riso – vuoto – letture – vuoto – gente – vuoto – amore – vuoto – dolore – vuoto – chi sono? – vuoto – rabbia – vuoto – vuoto – vuoto – meditazione – vuoto – dormire – vuoto – musica – vuoto – danza – vuoto – dolore – vuoto – mancanza – vuoto – dolcezza – vuoto – speranza – vuoto – io – vuoto – cosa sto facendo? – vuoto – bellezza – vuoto – ansia – vuoto – confusione – vuoto – amicizia – vuoto – ricordi – vuoto – lacrime – vuoto – responsabilità – vuoto – vuoto – vuoto – consapevolezza – vuoto – vuoto – vuoto – libertà – vuoto – attaccamento – vuoto – vuoto – vuoto – vuoto – vuoto – vuoto – vuoto – Io.

 

Insomma, tra una cosa e un’altra, c’è il vuoto.

E tanta paura del vuoto.

Tanto desiderio di vuoto.

 

Un loop che sembra non fermarsi mai.

Un vuoto lunghissimo che piano piano si riempirà di cose nuove.

Ma nel frattempo avrò sperimentato il vuoto. Il mio amico vuoto.

L’Essere e il Non Essere.

Io.

 

1 pensiero su “Stai a vedere che…”

  1. Il vuoto, se si sa apprezzare, è quel momento meraviglioso in cui ritroviamo noi stessi, è lo spazio da liberare di tanto in tanto per far posto al nuovo, per liberarsi di quello che non va e lasciare spazio a quello che, almeno potenzialmente, ci renderà felici: ogni tanto dobbiamo liberarci dai fardelli e sgranchirci ali e anima!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...