Vita

Sotto la quercia, perché?

Da qualche mese sto confezionando – armata di forbici, colla, nastri adesivi e cartoncino – la mia raccolta incompiuta di poesie

“SOTTO LA QUERCIA”

Si tratta di una raccolta di poesie scritte prevalentemente durante il 2017, all’inizio del mio processo di guarigione dalla dipendenza affettiva.

Perché “incompiuta”? Perché il mio viaggio verso la guarigione è appena iniziato. Non ho ancora finito il lavoro su me stessa riguardo questo aspetto e avrò sicuramente ancora qualcosa da dire sul dolore che lo caratterizza.

Ogni copia è numerata, unica e personalizzata a seconda di chi me la commissiona.

Molti di voi che hanno acquistato la raccolta mi hanno chiesto: come mai sotto la quercia? In effetti nessuna poesia ha questo titolo, né si riferisce a una quercia, per cui, su suggerimento di un caro amico, ho deciso di dedicare un post alla spiegazione di tale titolo.

Sotto la quercia perché?

Perché la quercia è un albero secolare.

Perché produce il sughero, che è morbido e profumato e mi fa pensare alla mia terra natia.

Perché è sotto una quercia che ho immaginato di riposare, di piangere, di sognare, di meditare, e di scrivere queste poesie, all’inizio del mio percorso di guarigione.

Perché la quercia è sinuosa, è una donna, e il vento la piega, la modella, ma non la spezza.

Perché la quercia fiorisce ad aprile e fruttifica a ottobre, come me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...