Vita, Writefulness

I miei libripropositi per il 2019

Si sa, oggi più che l’ultimo dell’anno è la giornata internazionale dei buoni propositi. Ero molto indecisa se dedicare o no il post di oggi ai buoni propositi, perché pensavo fosse una cosa banale e stravista sui blog. Però mi sono sforzata di trovare dei propositi che tornassero utili anche a voi che mi leggete, e che non fossero i soliti: magiare meglio, fare più sport, scrivere una pagina al giorno… tutte cose, per carità, giustissime, ma appunto viste e straviste, quasi inefficaci. Sono andata quindi a scovare qualcosa che riguardasse la mia vita personale e contemporaneamente le passioni che condivido con voi: la scrittura e di conseguenza anche la lettura. Ebbene, una cosa che non vi ho mai confessato è che io, per molto tempo, ho avuto serie difficoltà a leggere narrativa. Per anni ho divorato saggi, manuali, libri di poesia, trattati su vari argomenti, e non c’era verso di leggere nemmeno le prime 10 pagine di un romanzo o di un racconto. Ci ho provato eh, lo giuro! Ma tutto quello che leggevo o non mi interessava davvero, oppure non lo assimilavo, dimenticandomi ogni 5 righe di quello che leggevo, perdendo il filo. Ho provato diversi generi: horror, giallo, commedia, fantasy, thriller. Niente.

Sembra che dal 26 dicembre però, qualcosa abbia ricominciato a funzionare dentro di me e abbia ritrovato la passione di un tempo. Complici due romanzi che ho ricevuto in regalo per Natale, ho ripreso a leggere narrativa. Grande gioia!Però mi conosco, sono una che le cattive abitudini le acquisisce molto velocemente per portarle avanti in maniera incosciente e granitica; quelle buone invece… riesco solo a perderle, velocemente. Quindi voglio prendere l’impegno con me stessa, e facendolo pubblicamente anche con voi, di leggere 10 romanzi (almeno) durante il 2019.Pronti per l’elenco? Via!

  1. PROLETKULT  (Wu Ming)
  2. I TRE MOSCHETTIERI (Dumas) – devo finirlo! – 
  3. TORPEDONE TRAPIANTATI (F. Abate)
  4. EL CORREGIDOR (F. Abate, C. Melis Costa)
  5. IL SANGUE MACCHIA, SIR (C. Durante, G. Di Giamberardino)
  6. ODISSEA NERD (A. Fulgheri)
  7. L’UCCELLO CHE GIRAVA LE VITI DEL MONDO (H. Murakami)
  8. STAMATTINA MI SONO SVEGLIATO MORTO (S. Putzu)
  9. I VIAGGI DEL MATTO (G. Montaldo)
  10. IL NOME DELLA ROSA (U. Eco)

So che il numero 10 vi ha scioccato. Ebbene sì, altra confessione (di cui un po’ mi vergogno): non ho mai letto “Il nome della rosa”. Mi addormento sempre leggendo la lunga introduzione, quella che tutti mi dicono che “passata quella è una figata pazzesca”. Beh, questo è l’anno in cui riuscirò a leggere il nome della rosa. Che per me è un po’ come dire: se faccio questo, posso fare tutto e niente potrà più fermarmi!Buon 2019 a tutti!
Ps: e voi avete una lista di romanzi da leggere assolutamente quest’anno? E un grande classico che non siete mai riusciti a leggere?

5 pensieri su “I miei libripropositi per il 2019”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...